Bund al capolinea

Cosa sta succedendo al Bund? E in atto una fase di consolidamento, prima di un nuovo allungo, oppure la classica distribuzione che anticipa un ribasso sotto i minimi degli ultimi mesi?
Dopo la metà di novembre il Bund aveva dato segnali d’indebolimento, sul grafico orario era scattato anche un pattern Testa & Spalle ribassista segnalato il 18 novembre via Twitter La correzione che ne è seguita andò oltre il target del T&S stesso, portando il Bund al test dei minimi di ottobre la cui tenuta ha permesso il ritorno sui massimi nella giornata di lunedi.
Quello che si vede sul grafico daily del Bund ha tutte le caratteristiche di un triplo massimo e nello stesso tempo di un’altro Testa & Spalle ribassista più grande, la cui neckline è perfettamente allineata ai minimi degli ultimi 2 mesi, poco sotto quota 134. La rottura della neckline comporterebbe un target di ribasso per il Bund fino a quota 128 come minimo. Questa ipotesi si rafforza dopo che si notano i volumi decrescenti registrati nell’ultima fase di rialzo, nettamente sotto la media, segno che i compratori sono stati più prudenti nell’assecondare la crescita dei prezzi.
Allargando la visuale sull’evoluzione del Bund, utilizzando un grafico weekly, si nota una netta divergenza negativa dell’RSI settimanale rispetto ai prezzi costruita negli ultimi 3 mesi. L’indicatore di forza relativa dei prezzi, dopo il picco in zona di estremo ipercomprato, nell’ultima settimana di settembre ha iniziato a ripiegare facendo scattare un segnale di divergenza negativa, successivamente ha realizzato 2 massimi decrescenti contestuali agli ultimi 2 massimi del Bund.
L’indebolimento del Bund tedesco lo si nota non solo dal punto di vista dell’azione dei prezzi e dei volumi ma anche dal punto di vista del “sentiment”.
Il Daily Sentiment Index che misura le aspettative rialziste, attraverso un sondaggio giornaliero, dei traders che operano sui futures, ha realizzato sul massimo recente del Bund un picco decrescente a quota 80 (80% di rialzisti), anzichè sopra la linea dell’estremo ottimismo.
Questa perdita di convinzione dei traders sul Bund è un segnale da tenere in considerazione, per eventuali operazioni “short”, nel caso in cui la neckline del Testa & Spalle ribassista sul grafico giornaliero venisse superata. Un’ipotesi rafforzata dall’efficacia degli ultimi segnali di pericolo scattati con le divergenze negative sul grafico settimanale a fine 2008 e a inizio Luglio 2010.

 

Rispondi