La ricerca della sicurezza…ma a quale rendimento?


Con la chiusura del mese di agosto si può valutare quanto gli investitori americani siano diventati prudenti, al di là degli indicatori di sentiment, riguardo alle loro decisioni d’investimento.

La preferenza va ai fondi monetari e obbligazionari anche se offrono rendimenti prossimi allo zero e comunque in termini reali (al netto dell’inflazione) in territorio negativo.


Gli etf specializzati sull’obbligazionario nel mese di agosto hanno beneficiato di una raccolta record (4,4 miliardi di dollari), conseguenza della ricerca di sicurezza, in particolare l’etf SPDR Barclays Capital 1-3 Month T-Bill (BIL) ha ricevuto 2,12 miliardi di dollari.

L’esposizione al mercato azionario nell’Asset Allocation dei partecipanti al sondaggio AAII ha raggiunto i minimi degli ultimi 11 mesi. La quota in azioni è scesa al 55,3% (-7,1% rispetto a luglio) con la media storica collocata al 60%.

La quota in bond è aumentata di 3,3 punti percentuali al 21,6%. Si tratta del livello massimo di bond dal novembre 2010, ben distante dalla media storica del 15%, superata consecutivamente i tutti gli ultimi 27 mesi.

In aumento anche la quota in Cash passata al 23,1% (+3,8%).

Rispondi