Record di IPO a Wall Street che perdono soldi

Negli ultimi mesi si è assistito ad una corsa alla quotazione di aziende, non solo americane, alla borsa di Wall Street, le cosiddette Initial Public Offering (IPO). Siamo lontani dai picchi storici del 2000, ma desta qualche dubbio la qualità delle aziende oggetto di IPO, dato che la maggioranza di queste anziché fare utili perdono soldi. 
Le IPO’s concluse negli ultimi 6 mesi che presentano bilanci in perdita hanno raggiunto quota 74%, in pratica 3 aziende su 4 hanno raccolto capitali senza offrire utili in cambio. Si tratta del picco più elevato dall’inizio del 2000, quando la quota di IPO’s che avevano delle perdite nei loro bilanci si avvicinò all’80% del totale.
Forse gli investitori stanno sottovalutando i rischi?

Rispondi